CLINICA VETERINARIA BERTOLLO

Via Luigi Silvestri, 536100 VICENZA (VICENZA)

VETERINARIA AMBULATORI E LABORATORI

Clinica Veterinaria Ambulatorio Dr. Bertollo

La Clinica Veterinaria Bertollo nasce da un'idea del dr. Luigi Bertollo e si pone fin da subito l'obiettivo di essere sempre più vicino alle esigenze dei vostri amici animali e del proprietario. La struttura offre dimensioni tali da garantire assistenza e cure individuali, fondate su un concetto di cure mediche, terapeutiche e infermieristiche molto valido. La passione per il nostro lavoro, l'evoluzione continua delle conoscenze e delle strumentazioni scientifiche, sono gli stimoli che ci guidano quotidianamente.

CHIRURGIA

Interventi chirurgici su tessuti molli (addominale, toracica, cutanea) e su tessuti duri (ortopedia, traumatologia).

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI
La Clinica si avvale di strumentazioni di ultima generazione. Collaboriamo con centri esterni per indagini TAC e RM.

RICOVERO DAY HOSPITAL
La Clinica dispone di una sala ricovero completa di ogni comfort. Gli ambienti sono climatizzati e provvisti di ampi box.

MEDICINA INTERNA
Branca della medicina veterinaria che studia le anomalie metaboliche e funzionali di tutti gli apparati.

ENDOSCOPIA
Approfondimento dell’apparato gastroenterico, respiratorio, urologico e otologico del cane e del gatto.?

RIPRODUZIONE E NEONATOLOGIA
Il servizio prevede, tra i tanti, una serie di esami preventivi, dosaggio del progesterone, parto cesareo.?

MEDICINA D'URGENZA
Temi clinici abitualmente di pertinenza di molte altre specializzazioni medico-chirurgiche in caso di eventi acuti.?

LABORATORIO
Chimica clinica, Ematologia, Urine, Elettroforesi, Coagulazione, Esami ormonali, Esami colturali e tanto altro.?

VISITE A DOMICILIO
Si effettuano visite a domicilio previa richiesta di appuntamento con lo staff della Clinica Veterinaria Bertollo.
Specialisti qualificati
Direttore Sanitario della clinica è il dott. Andrea Bertollo.

LA CLINICA
Il dott. Andrea Bertollo è il direttore sanitario della Clinica Veterinaria?. Nel 1986 il dr. Luigi Bertollo, ispirato dalla passione per gli animali e la loro cura, fonda l'ambulatorio veterinario. Dal 2014 l'ambulatorio è diretto dal dr. Andrea Bertollo, direttore sanitario, che si avvale della collaborazione di sette veterinari.
Le aree di interesse del dr. Andrea Bertollo sono la Chirurgia e l'Ostetricia. Nel 2018 l'ambulatorio è divenuto Clinica Veterinaria.

PATOLOGIE PIU DIFFUSE NEL CANE E NEL GATTO

-> Displasia Dell'anca

La displasia dell'anca è una patologia degenerativa dell'articolazione coxo-femorale (anca).

La mancanta congruenza tra la testa del femore e la cavità acetabolare provocano una progressiva usura dei margini articolari con conseguente degenerazione della cartilagine articolare causando un'instabilità al movimento e dolore.

E' consigliato eseguire le prime radiografie attorno ai 3-4 mesi per formulare il prima possibile una diagnosi e programmare eventuali terapie chirurgiche (sinfiodesi pubica giovanile, duplice osteotomia pelvica, protesi, taglio della testa del femore).

-> Leishmaniosi

La leishmaniosi è una malattia che si trasmette attraverso la puntura di un moscerino (papataceo) ed è provocata da un protozoo Leishmania infantum, che colpisce principalmente il cane e raramente l’uomo e il gatto.

-> Piodermite

La piodermite è una malattia batterica causata solitamente da Staphyloccus pseudintermedius, un microrganismo che fa parte della normale flora batterica della cute del cane. Può essere superficiale o profonda e può insorgere in seguito ad altre malattie (malattie ormonali, parassitarie, infettive, allergiche, traumi, cattive condizioni igieniche).

La terapia della piodermite superficiale si basa sulla somministrazione di un antibiotico per via sistemica per almeno 3 o 4 settimane e sull’uso di shampoo contenenti clorexidina o etil-lattato. La terapia delle piodermiti profonde è uguale ma richiede 1-3 mesi di terapia.

Nel gatto, gli ascessi devono essere aperti, svuotati e puliti; si somministra poi un antibiotico sistemico per 7-10 giorni.

La prognosi è favorevole per la piodermite superficiale, per gli ascessi e per la maggior parte delle piodermiti profonde.

Si ricorda però che si tratta di malattie complicanti, che le ricadute possono essere frequenti e che è necessario diagnosticare e trattare la malattia primaria.

-> Torsione Gastrica nel Cane
La torsione gastrica è una patologia gravissima che colpisce i cani di media grossa taglia a qualsiasi età.Si tratta di una vera e propria urgenza.

Il cane deve essere portato immediatamente dal veterinario per la chirurgia e terapie appropriate. Lo scopo della terapia si basa sul ripristinare la circolazione sanguinea, sul riposizionamento e pessi gastrica.
 
- Nell'ora precedente al pasto e nelle due ore successive, evitare che il cane faccia eccessiva attività fisica, evitare che si agiti o si stressi, evitare movimenti rapidi ed improvvisi, evitare posizioni innaturali, capriole e rotolamenti, salti.

-- Evitare grandi abbuffate di cibo o di acqua.
 
-- Gastropessi preventiva: fissazione permanente dello stomaco alla parete addominale destra tramite procedura chirurgica.

-> Filariosi Cardiopolmonare

La filariosi è una malattia sostenuta da un verme (Dirofilaria Immitis) che ha una forma sottile ed allungata (può raggiungere la lunghezza di 30 cm). Il parassita viene trasmesso da diverse specie di zanzare (compresa la zanzara tigre) ed è molto diffuso in diverse zone d’Italia.

La filaria adulta, macrofilaria, vive nel cuore destro, nell’arteria polmonare e nella vena cava caudale degli animali colpiti, ed immette le microfilarie, in circolo.
 
I sintomi riguardano principalmente i polmoni e si manifestano con difficoltà respiratoria e tosse (tanto che talvolta vengono scambiati per attacchi d’asma), scarso appetito, stanchezza cronica.
 
Per la diagnosi si effettuano esami specifici del sangue. Gli esami radiografici ed ecografici aiutano a stabilire la gravità della condizione.
 
La terapia, secondo uno schema preciso, prevede l'utilizzo di un farmaco anticoagulante, di un adulticida (Melarsomina) e di uno contro le microfilarie circolanti. Inoltre a tale terapia si associa un antibiotico.

-> Leptospirosi

La leptospirosi è una malattia causata da un batterio spirocheta, la Leptospira.

Colpisce il cane, l'uomo e raramente il gatto.
Sintomi

I soggetti colpiti manifestano febbre, anoressia, vomito, disidratazione, polidipsia, oliguria o anuria, perdita di peso, ittero.

I danni maggiori si hanno a livello renale causando una nefrite acuta.

Si possono inoltre riscontrare lesioni epatiche, vasculiti, CID, emorragie polmonari, aborto, uveite, meningo-encefaliti e malattie immunomediate secondarie.

E' importante effettuare un intervento vaccinale che determina una copertura nei confronti di Canicola, Icterohaemorrhagie, Grippotyphosa, Pomona che determinano una copertura di circa 6 mesi - 1 anno.

-> Piometra
La piometra è un'infezione batterica dell'utero che si verifica nel periodo successivo al calore.

-- Chirurgico: si procede all'asportazione dell' utero.

-- Medico: consigliato solo nelle cagne/gatte fattrici. Si somministrano sostanze in grado di favorire l'eliminazione del pus dall'utero. Senza trattamento, la piometra è sempre mortale.

Per la prevenzione: tutte le cagne/gatte non destinate alla riproduzione dovrebbero essere sterilizzate entro il primo calore.

- Rabbia Silvestre
 
-- Vaccinazione antirabbica

La vaccinazione per la prevenzione della Rabbia può essere effettuata per legge a partire dai 3 mesi di vita e andrà poi richiamata 1 volta l'anno o ogni 3 anni a seconda del tipo di vaccino che si è inoculato.??La vaccinazione antirabbica deve essere eseguita almeno 21 giorni prima dell'espatrio o prima di recarsi dove essa è obbligatoria.??A seconda degli Stati Esteri in cui vi recate ha validità annua o triennale (per maggiori info è consigliabile chiedere al Medico Veterinario o all'amabasciata del Paese Straniero).??In conformità alle attuali normative la Vaccinazione Antirabbica non è più obbligatoria in territorio Italiano.

-> Prostatite

Per prostatite si intende l'infiammazione del parenchima prostatico. E' spesso secondaria ad ipertrofia prostatica begnina, neoplasie, ad una metaplasia squamosa o in seguito ad un coinvolgimento da parte di batteri.

La terapia prevede un'associazione di farmaci in grado di risolvere l'infezione prostatica e l'ipertrofia prostatica begnina. In assenza di risultati è d'obbligo la castrazione.

Leggi e tieniti aggiornato con il Magazine della Clinica

logo clinica bertollo